SCUOLA PRIMARIA

Scuola Primaria

La scuola Primaria Paritaria Santa Maria degli Angeli è una Comunità Educativa scolastica che ha come finalità l’educazione integrale degli alunni e la loro valorizzazione in una visione cristiana della vita, secondo i principi fondamentali esposti nel Progetto Educativo.
La nostra scuola Primaria comprende tredici classi gestite da un’insegnante prevalente. All’accoglienza dei nuovi alunni vengono dedicate alcune attività, prima fra tutte l’esperienza del “Merendando” che ha l’obiettivo di favorire un approccio sereno agli ambienti della scuola e alle persone che in essa operano e di promuovere l’instaurarsi di relazioni positive. In quest’occasione, sotto la supervisione delle insegnanti prevalenti, gli alunni di terza, nel corso di una mattinata durante il mese di maggio, guidano i futuri compagni, frequentanti l’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia, in un’attività ludico – creativa.

Programmazione didattico-curricolare

L’Istituto ha organizzato le proposte didattiche con lo scopo di creare una scuola di qualità in grado di rafforzare la motivazione ad apprendere e di favorire il benessere degli alunni.
La Scuola Primaria ha scelto di riservare all’insegnante prevalente il maggior numero di unità orarie curricolari in una stessa classe, affiancandolo con docenti specialisti per l’insegnamento di Religione Cattolica, Inglese, di Arte e Immagine, di Musica, di Educazione Fisica, e di Tecnologia. Questo è ciò che viene definito modulo stellare. La presenza del docente prevalente, che accompagna gli alunni nei cinque anni, consente una conoscenza accurata degli stili cognitivi individuali e una continuità di relazione e di scelte didattiche.
In coerenza con lo sviluppo unitario e continuo del progetto educativo dell’Istituto, gli insegnanti elaborano i piani di lavoro curando da un lato l’accoglienza dei bambini provenienti dalla Scuola dell’Infanzia e coordinando, dall’altro, una proficua preparazione al passaggio nel successivo ordine di scuola. Ogni gruppo-classe viene guidato in modo flessibile al conseguimento di conoscenze e abilità che consentano il possesso delle competenze socio-relazionali, cognitive-trasversali o specifiche-disciplinari richieste al termine del percorso della scuola primaria.

Progetti

CLIL

A partire dalle classi Terze della Scuola Primaria, è stato introdotto un progetto CLIL (Content Language Integrated Learning) che prevede l’insegnamento di alcune discipline in lingua inglese. Attraverso tale metodo i bambini non solo aumentano le competenze nella L2, ma imparano ad utilizzare la lingua straniera per acquisire conoscenze trasversali e raggiungere così standard formativi più elevati.

Laboratorio di teatro

Nelle classi seconde e terze è proposto il laboratorio teatrale con una docente specialista come percorso formativo per sviluppare la creatività ed esprimere le emozioni ed il proprio immaginario. Si migliorano così la la mimica, la capacità espositiva, l’espressione orale, la capacità di ascolto e la consapevolezza di sè.

Laboratorio di lingua spagnola

Già a partire dalla Scuola Primaria è previsto un avvicinamento alla lingua spagnola con un laboratorio pomeridiano per le classi Quarte e Quinte condotto da un’insegnante madrelingua.

Laboratorio di filosofia

Il progetto “A scuola con Filosofia” nasce con l’intento di accompagnare i bambini alla scoperta della pratica filosofica attraverso il gioco, l’interazione e lo scambio attivo tra i partecipanti.
L’obiettivo del laboratorio non è insegnare precocemente la filosofia ai bambini, ma fare filosofia con loro creando occasioni e contesti specifici nei quali poter esprimere i propri pensieri e provare ad argomentarli in un confronto costante con l’altro. Il gruppo diviene pertanto una comunità di ricerca dentro la quale imparare ad interrogarsi sulle cose e sul mondo, a cercare spiegazioni e a riconoscere la valenza dell’opinione altrui.
La metodologia che utilizziamo prende spunto dalla Philosopy for Children teorizzata dal filosofo Matthew Lipman: un progetto educativo iniziato negli anni ’70 per “far filosofare” gli alunni dei vari gradi scolastici. La capacità argomentativa viene sviluppata attraverso stimoli artistici, letterari, musicali, motori e viene costantemente condivisa nel corso del laboratorio.

OBIETTIVI EDUCATIVI:

– saper affermare le proprie idee e collocarsi all’interno di una discussione

– promuovere la capacità di ascolto

– comprendere e rispettare le idee altrui

– analizzare e risolvere problemi

-dare valore al pensiero degli altri, al proprio e al

pensiero condiviso

– sviluppare la capacità di espressione orale

– sviluppare un pensiero critico-creativo

– educare alla convivenza democratica

Per l’anno scolastico 2019-2020 proponiamo il laboratorio “Tutti giù per Terra”, una riflessione sui temi dell’identità, della natura e della

sostenibilità.

Laboratorio di arte

Grazie alla consolidata collaborazione con la prof.ssa Zallot dell’Accademia S.Giulia  ogni anno si propone ai bambini delle classi seconde il progetto “Arte a scuola” mediante il quale conoscere il patrimonio artistico di cui è ricco il nostro istituto partendo dagli affreschi che decorano la chiesa. I bambini hanno così l’occasione di maturare le proprie capacità osservative, creative e manuali, e di acquisire sempre più familiarità con gli strumenti e i metodi specifici di lavoro.

Life Skill

“A SCUOLA CON LE LIFE SKILLS” PERCORSO DI EDUCAZIONE ALLE LIFE SKILLS NELLA SCUOLA PRIMARIA
PREMESSA
Il seguente progetto viene proposto alle Scuole primarie degli Istituti Comprensivi che sviluppano nella Scuola secondaria di primo grado il progetto Life Skills Training, in un’ottica di estensione, anche al primo ciclo di istruzione, della metodologia delle Life skills come azione educativa a supporto della prevenzione di comportamenti a rischio e della promozione della salute.
Riprendendo la sollecitazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità “di realizzare un numero consistente di sessioni a carattere educativo già nei primi anni di scuola” , l’U.O.S.D. Promozione della Salute dell’ATS di Brescia ha attivato nell’anno 2015 spazi di confronto e di riflessione con la scuola primaria, finalizzati alla coprogettazione e messa in campo di progettualità volte alla valorizzazione e rafforzamento delle competenze di vita degli alunni ed alunne, attraverso il coinvolgimento attivo e diretto dei docenti, efficaci moltiplicatori di azioni preventive.
Dal confronto e dalla condivisione di saperi ed esperienze tra operatori sociosanitari e docenti di scuola primaria, è nato il percorso “A scuola con le life skills” qui di seguito proposto, che ha visto nell’estate 2017 una seconda revisione e riadattamento, alla luce delle sperimentazioni messe in campo nell’annualità 2015/2016 e 2016/2017.
Nell’annualità 2018/2019 si propone:
– l’implementazione del primo livello del progetto nelle nuove classi terze della scuola primaria degli Istituti interessati e la prosecuzione delle attività di rinforzo nelle classi che hanno già avviato nell’a.s. 2017-2018 il percorso
– l’avvio di un lavoro propedeutico nel biennio, con la proposta di integrazioni con altri programmi di promozione della salute
FINALITA’
Sviluppare un progetto di promozione della salute e prevenzione di comportamenti a rischio nella scuola primaria secondo il modello educativo promozionale delle life skills.
DESTINATARI
Il progetto è rivolto agli alunni della scuola primaria e si propone di accompagnarli lungo tutta la loro permanenza in questo ciclo di istruzione. Il progetto, seguendo la metodologia di lavoro dell’Educazione alle life skills, prevede il coinvolgimento attivo e diretto dei docenti, che condurranno, previa formazione, il lavoro didattico nelle proprie classi.
ATS Brescia – Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 – 25124 Brescia
Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 – www.ats-brescia.it
Posta certificata: protocollo@pec.ats-brescia.it
Codice Fiscale e Partita IVA: 03775430980
OBIETTIVI
Il progetto “A scuola con le life skills” fornisce agli alunni ed alunne occasioni e strumenti utili a rinforzare le abilità personali e sociali necessarie per affrontare i compiti evolutivi che li attendono, con particolare attenzione alle competenze che entrano in gioco nelle scelte di comportamenti di salute.
In particolare, le componenti su cui agisce il progetto sono:
1. competenze personali: agisce sull’immagine di sé e l’autostima, promuove abilità creative di risoluzione dei problemi, sviluppa competenze di riconoscimento e gestione delle emozioni, sia di quelle positive che di quelle più “faticose”, quali l’ansia, la paura e la rabbia;
2. abilità sociali: rafforza gli alunni nella gestione delle relazioni sociali favorendo lo sviluppo della consapevolezza e rispetto dell’altro e della sua unicità, migliorando la consapevolezza di cosa e come comunicare in modo efficace, pone le basi per la gestione positiva dei conflitti;
3. abilità di resistenza all’adozione di comportamenti non salutari: avvia negli alunni una riflessione sull’influenza delle pressioni sociali e della pubblicità sulle nostre scelte e comportamenti, con particolare riferimento all’area della salute.
STRUTTURA DEL PROGETTO
Il percorso “A scuola con le life skills” è strutturato in unità di lavoro dettagliate e prevede l’utilizzo di manuali per l’implementazione in classe.
Sono previste in classe terza 8 unità didattiche:
1. consapevolezza di sé ed autostima
2. prendere decisioni
3. media e pensiero critico
4. gestione delle emozioni
5. gestione delle emozioni B
6. comunicazione efficace
7. abilità sociali
8. assertività.
I temi trattati vengono ripresi durante i successivi due anni che l’alunno svolge nell’istituto (quarto e quinto anno della scuola primaria) in un’ottica di rafforzamento delle abilità e competenze acquisite.
Il percorso propedeutico per il biennio (classe prima e seconda) prevede due unità didattiche (Consapevolezza di sé ed autostima, gestione delle emozioni), che potranno essere integrate con altri percorsi di educazione alla salute (es. percorsi di zooantropologia didattica sullo sviluppo di una buona relazione con l’animale domestico). Il programma viene interamente gestito dai docenti della classe, adeguatamente
formati all’utilizzo del programma e alla sua metodologia. Nel corso dell’attuazione del percorso in classe gli insegnanti verranno supportati, con incontri di tutoraggio e supervisione, dagli operatori dell’U.O.S.D. Promozione della Salute dell’ATS di Brescia.
ATS Brescia – Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 – 25124 Brescia
Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 – www.ats-brescia.it
Posta certificata: protocollo@pec.ats-brescia.it
Codice Fiscale e Partita IVA: 03775430980
FASI DI LAVORO
Il progetto “A scuola con le life skills” prevede, per la sua implementazione, la formazione dei docenti interessati al programma proposto ed alla metodologia sottesa. Il percorso formativo per i docenti che sono intenzionati ad attuare nelle classi terze il programma si articola in 3 moduli formativi di quattro ore ciascuno (che si riducono a 2 moduli formativi, nel caso sia stato già seguito nell’anno precedente la formazione come docente del biennio). Per i docenti che lavorano nelle classi di rinforzo (classi quarta – quinta) i moduli formativi divengono due, sempre di quattro ore ciascuno.
La formazione si propone i seguenti obiettivi:
1. Fornire ai docenti conoscenze relative alle Life skills ed alle strategie di comprovata efficacia, nell’ambito della promozione della salute e della prevenzione di comportamenti a rischio.
2. Riconoscere e condividere le metodologie ed i programmi sperimentali di sviluppo delle competenze di vita, con particolare attenzione alla connessione con la didattica e con lo sviluppo e certificazione delle
competenze chiave europee
3. Condividere e sperimentare le unità didattiche del percorso “ A scuola con le life skills”. Il percorso formativo per i docenti che attuano il programma nel biennio si articola in
2 moduli formativi di quattro ore ciascuno. Non è prevista la formazione per i docenti delle classi seconde che nell’anno precedente hanno partecipato alla formazione del biennio.
METODOLOGIA
Il percorso formativo prevede l’utilizzo di metodologie attive (lavori in piccolo gruppo, role playing, energizer..) alternate a contributi di sistematizzazioni teoriche. Ai partecipanti viene fornito apposito manuale, strumento di lavoro per l’implementazione del percorso in classe. Sono previsti nel corso dell’anno scolastico momenti seminariali di approfondimento delle tematiche attinenti al percorso, a cui sono invitati tutti i docenti degli Istituti Comprensivi coinvolti.
RISORSE
L’U.O.S.D. Promozione della Salute dell’ATS di Brescia mette a disposizione del progetto, in qualità di conduttori, operatori psicosociali e sanitari formati all’utilizzo della metodologia delle Life skills. I costi del progetto, per l’ATS, sono garantiti dall’attività istituzionale.
LA RESPONSABILE
U.O.S.D. PROMOZIONE DELLA SALUTE
Dott.ssa Vizzardi Maria
ATS Brescia – Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 – 25124 Brescia
Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 – www.ats-brescia.it
Posta certificata: protocollo@pec.ats-brescia.it
Codice Fiscale e Partita IVA: 03775430980

Orto didattico

L’ORTO DIDATTICO rappresenta un’esperienza plurisensoriale a contatto con la natura in centro alla città. Nell’orto si costruisce il senso della vita, si conoscono le stagioni, si impara a manipolare, a seminare e a far nascere la vita, si osserva la vita nascere, crescere e la si osserva nel suo fiorire. L’orto diventa pertanto il miglior laboratorio di scienze.

Fare per gli altri

Attraverso la riflessione sulle emozioni, la valorizzazione delle differenze, il lavoro di gruppo, l’approccio inclusivo nel gioco si impara a cogliere la necessità degli altri e si comprende che è fondamentale il contributo di ognuno. Così ci si dedica nei laboratori opzionali pomeridiani alla creazione di manufatti a favore di chi presenta necessità, si procede alla raccolta di generi alimentari a beneficio della Caritas locale, si viene a contatto con il mondo del volontariato attraverso testimonianze significative. 

Progetto LOL

L’ Istituto, in collaborazione con l’Associazione “Musical-Mente”e in rete con altre sei scuole bresciane, ha vinto un importante bando per l’avvio di un progetto musicale e teatrale denominato “L 😊 L Orchestra, Band & Drama”. Tra i trenta selezionati e ritenuti meritevoli di essere sostenuti dalla Fondazione della Comunità Bresciana sul bando Cultura 2019, il progetto prevede che due alunni della scuola possano frequentare presso l’Accademia “Musical-Mente” le lezioni di strumento e due le lezioni di teatro senza alcun onere economico, per tutto l’anno scolastico, con la seguente modalità:

Per gli alunni di strumento

  • Da ottobre a gennaio individualmente con il docente di “Musical-Mente” nel tempo extrascolastico;
  • Da gennaio a maggio in piccolo gruppo di insieme nel tempo extrascolastico.

Quanto appreso nelle lezioni verrà poi eseguito con la propria classe, con il docente di musica della scuola, durante le lezioni curricolari.

Per gli alunni di teatro

  • Da ottobre a maggio lezioni di gruppo con il docente di “Musical-Mente” nel tempo extrascolastico;
  • Da marzo a maggio una parte di quanto elaborato verrà condiviso ed integrato da una attività teatrale con la propria classe in orario curricolare.

Tutto quel che le classi produrranno, sia strumentale che teatrale, verrà poi esibito a fine anno sia negli eventi di Musical-Mente che nella festa di fine anno dell’Istituto.
Potranno partecipare solo quattro alunni che saranno selezionati dai docenti, tra classi della Primaria e della Secondaria di primo grado, scelti tra:

  • Alunni che dimostrino particolare attitudine al linguaggio musicale o teatrale;
  • Alunni per i quali i linguaggi comunicativi alternativi possano facilitare l’apprendimento.

I docenti della scuola e gli esperti coinvolti frequenteranno seminari formativi e costituiranno un gruppo di studio e ricerca per una didattica innovativa che utilizza i linguaggi della musica e del teatro per potenziare l’apprendimento condividendo principi di inclusione e di cittadinanza attiva.

Regolamento

Il presente Regolamento, pur nel presupposto e nel rispetto di un ampio spazio di creatività delle singole persone e delle varie componenti della Comunità Educativa, con le direttive e le norme qui contenute, si propone di offrire a tutti i membri della Comunità indicazioni chiare e precise per un’intensa e proficua collaborazione. Le seguenti norme devono essere conosciute e rispettate da tutti coloro che fanno parte della nostra Comunità scolastica.

ART. 1  NORME DI FUNZIONAMENTO
• INGRESSO Dalle ore 7.30 alle 8.15. Gli alunni possono essere accompagnati dai familiari nel corridoio al pianterreno. Non è consentito ai genitori salire nei corridoi al primo o al secondo piano e nelle aule.
• USCITA In base all’opzione esercitata dalla famiglia ed espressa all’atto dell’iscrizione potrà essere SOLTANTO nei seguenti orari:
• 12.55 termine delle lezioni antimeridiane
• 13.30 termine del pranzo
• 14.00 termine dell’intervallo dopo il pranzo
• 16.00 termine del doposcuola
• 16.20 termine delle attività didattiche curricolari e opzionali pomeridiane
• ENTRATA E USCITA FUORI ORARIO Entrate posticipate e uscite anticipate sono concesse in caso di reale necessità, previa compilazione del modulo predisposto sul libretto personale. Nel caso in cui gli alunni abbiano necessità di uscire dalla Scuola in orario di lezione, perché seriamente indisposti, i Genitori verranno avvertiti tempestivamente dalla Segreteria, dalla Direzione o da un docente, affinché essi provvedano al prelievo del minore.

ART.2  ASSENZE

La frequenza della scuola primaria è obbligatoria pertanto, per essere riammessi alle lezioni, dopo un’assenza, è necessario presentare all’insegnante la giustificazione scritta sul libretto personale, firmata dal genitore responsabile.  La quinta giustificazione (e successivi multipli) sarà firmata dal Coordinatore Didattico al quale i docenti saranno tenuti a segnalare l’eventuale ripetersi sistematico di assenze e/o ritardi al fine di assumere opportuni provvedimenti. Al rientro dall’assenza, l’alunno è tenuto a recuperare individualmente  quanto è stato presentato in classe da tutti i docenti, ferme restando le disposizioni che il Consiglio di Classe riterrà opportune in caso di lunghi periodi di assenza per malattia.

ART. 3  MENSA

Gli alunni consumano il pasto dalle ore 13.00 alle 13.30. Per coloro che necessitano di una dieta particolare, a causa di intolleranze alimentari, le famiglie dovranno presentare in Direzione un certificato medico con indicazioni precise al riguardo.

ART. 4  USCITE E VISITE CULTURALI

Le uscite e le visite d’istruzione sono parte integrante della consueta attività didattica. Per le uscite didattiche in orario scolastico è necessario compilare l’autorizzazione specifica e, nel caso di gite, l’adesione espressa è vincolante. Qualora l’alunno non possa, per sopraggiunti motivi familiari o personali, partecipare alla visita culturale, sarà restituita soltanto la somma relativa alle spese d’ingresso o ad eventuali laboratori e non la quota già versata per il pagamento del mezzo di trasporto. Per coadiuvare l’insegnante nella vigilanza si chiede la presenza almeno di un Genitore Rappresentante di classe.

ART. 5  MATERIALE

Gli alunni devono essere provvisti del materiale necessario per ogni attività didattica prevista nell’orario di classe e devono averne cura. Sarà compito dei docenti dare le necessarie indicazioni per non appesantire gli zaini. È vietato introdurre a scuola e in aula oggetti, giocattoli compresi, pericolosi per la propria e altrui incolumità o quanto può distogliere l’attenzione del bambino dalle attività didattiche. Non è concesso neppure portare all’interno dell’istituto telefoni cellulari. Non è consentito il recupero del materiale didattico dimenticato in aula dopo le ore 16.30 e durante il sabato o la domenica.

ART.6  RAPPORTI SCUOLA-FAMIGLIA

Per raggiungere gli obiettivi esplicitati nella premessa è fondamentale che ci sia sinergia d’azione tra Scuola e Famiglia e che i rapporti siano basati sulla reciproca fiducia e correttezza.

• LIBRETTO PERSONALE Per tutte le comunicazioni i genitori useranno il libretto personale consegnato ad ogni alunno all’inizio dell’anno scolastico. Qualora fosse necessaria un’altra copia, sarà premura della famiglia farne richiesta in Direzione.

• COLLOQUI    I genitori conferiscono a scuola con il Coordinatore Didattico e i Docenti nei giorni e nelle ore stabilite. I colloqui generali, uno per quadrimestre, sono annunciati con opportuno anticipo. Eventuali ulteriori colloqui si concordano con gli insegnanti e avvengono rigorosamente fuori dall’orario di lezione.

• COMUNICAZIONI Eventuali comunicazioni telefoniche da parte delle famiglie saranno ricevute in Segreteria o in Direzione e riferite ai docenti tempestivamente ma in modo da non interrompere il regolare svolgimento delle attività didattiche.

Durante le lezioni, è vietato l’ingresso in classe ai genitori.

PRELIEVO MINORI  Si obbligano i genitori a comunicare per iscritto al momento dell’iscrizione del minore i nominativi delle persone adulte autorizzate al prelievo dell’alunno dalla scuola; la Scuola risulta pertanto autorizzata ad affidare gli alunni all’accompagnatore che si presenta all’interno dell’Istituto al termine delle lezioni o del doposcuola e resta inteso che, dal momento in cui il responsabile si presenta all’interno dell’Istituto, ogni responsabilità di sorveglianza e custodia deve essere posta in essere dall’adulto sopra indicato. Ne deriva pertanto la totale ed esclusiva responsabilità dei genitori o degli autorizzati alla sorveglianza del minore nel periodo di ricreazione successivo al termine delle lezioni e/o del doposcuola.

ART. 7  OBBLIGHI E DOVERI DEGLI ALUNNI

Ogni alunno deve mantenere sempre un comportamento corretto e usare un linguaggio rispettoso.  In particolare durante i trasferimenti interni tra i vari ambienti gli alunni si muoveranno in fila e in modo tale da non disturbare il lavoro delle altre classi. Durante la ricreazione sono proibiti atteggiamenti e scherzi pericolosi o scorretti. Gli alunni sono responsabili dell’immagine della scuola perciò devono evitare di sporcare e di gettare rifiuti o carte sia all’interno sia nel cortile. Se un alunno, volontariamente o per incuria, danneggia materiale della scuola e/o dei compagni, i genitori sono tenuti a risarcire il danno. Tutti gli studenti devono indossare il grembiule.

ART. 8  OBBLIGHI E DOVERI DEI GENITORI

L’ impegno che i genitori si assumono con la Scuola all’atto dell’iscrizione dei propri figli non si esaurisce con l’assolvimento dei doveri amministrativi ma si estende a una vasta gamma di interventi intesi a realizzare una piena collaborazione nello spirito del Progetto Educativo. Sarà compito dei genitori il controllo costante del libretto personale e del diario del proprio figlio e la comunicazione tempestiva di informazioni importanti. Tra le varie forme di partecipazione dei genitori alla vita della Scuola, pertanto, hanno particolare rilievo gli incontri personali e comunitari con i docenti e con il Coordinatore Didattico. È dovere dei genitori partecipare alla vita della Scuola attraverso gli Organi Collegiali mediante l’elezione dei propri Rappresentanti ed essere presenti ai momenti di festa comunitaria organizzati in sede quali la celebrazione che precede il Natale o la “Festa della mamma”.

ART. 9  RAPPORTI CON L’ESTERNO

Le relazioni della scuola con l’esterno sono mantenute esclusivamente dal Coordinatore Didattico e dal Rappresentante Legale dell’istituto

Orario

Le ore di lezione risultano così distribuite:

Primo campanello            8.15
Prima ora 50 min 8.20-9.10
Seconda ora 55 min 9.10-10.05
Terza ora 50 min 10.05-11.10
Intervallo 15 min 10.55-11.10
Quarta ora 55 min 11.10-12.05
Quinta ora 50 min 12.05-12.55
Mensa e ricreazione 1h 5 min 12.55-14.00
Attività scolastiche 30 min 14.00-14.30
Sesta ora 55 min 14.30-15.25
Settima ora 55 min 15.25-16.20

 

Le lezioni settimanali sono distribuite su cinque giorni. I genitori, all’atto dell’iscrizione (come indicato dall’art. 7 del D.L. 59/2004) sono invitati ad esercitare un’opzione per le ventisette o per le trenta ore così articolate:
• 27 ORE = dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.15 alle ore 12.55 e un rientro pomeridiano (curricolare) dalle ore 14.00 alle ore 16.20.
• 30 ORE = dal lunedì al venerdì, dalle 8.15 alle ore 12.55 e due rientri pomeridiani (curricolare e opzionale) dalle ore 14.00 alle ore 16.20.

Nell’offerta formativa con potenziamento di inglese il modulo orario previsto è quello con 30 ORE di frequenza obbligatoria

Servizi

La Scuola Primaria offre un servizio di mensa interna* gestito dall’azienda di refezione GENESI, un doposcuola pomeridiano per le famiglie che ne facciano richiesta, un’attenta sorveglianza durante l’attività ludica libera dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

*In seguito all’entrata in vigore a partire dal 13 dicembre 2014 del regolamento UE n. 1169/2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, esponiamo il menù aggiornato. Gli allergeni (cereali contenenti glutine, uova e derivati, latte e derivati, pesce e derivati, soia ecc…) saranno evidenziati in grassetto nella lista degli ingredienti come richiesto da normativa.

Il menù deve essere esposto e visibile a tutti gli utenti.

Download Menù della Scuola Primaria S. Maria degli Angeli

 
La Scuola Primaria offre inoltre la possibilità dell’ingresso anticipato alle ore 7.30, del doposcuola fino alle 16.20 e del tempo prolungato fino alle ore 18.00.